“Non solo auguri, soprattutto impegni”

Non solo un augurio, soprattutto un impegno, a cominciare dalle Istituzioni, perché l’8 marzo non si riduca a una mimosa ma diventi il motore di iniziative efficaci e durature a favore delle donne e di quella parità tra i sessi che, di fatto, è ancora lontana da una piena e concreta realizzazione.
Libertà, dignità nel lavoro, pari opportunità: per poterle affermare, l’esigenza che avvertiamo più forte, ancor più in questi tempi di crisi economica, è l’urgente necessità di una conciliazione tra la famiglia e il lavoro.
Le donne fanno più fatica a lavorare e a fare carriera, il più delle volte proprio per incompatibilità con la cura della famiglia. Tuttavia la maternità e la famiglia, pur rimanendo valori essenziali della comunità, non possono costituire un ostacolo all’attività lavorativa delle donne. In questo l’appoggio delle Istituzioni è fondamentale.
In attesa di una effettiva riforma del mercato del lavoro e pur fra mille difficoltà dovute ai tagli crescenti di risorse da parte del Governo, la Provincia di Macerata non si è certo tirata indietro. Non abbiamo rinunciato ad intervenire con aiuti alle famiglie numerose e in difficoltà né a venire incontro alle esigenze delle donne lavoratrici attraverso il finanziamento, con circa due milioni e mezzo di euro, dei progetti presentati dai Comuni: dagli asilo nido, ai centri estivi per i bambini. E se l’attualità della cronaca continua a gettare luce, purtroppo, su altre cose irrisolte e terribili, come la violenza sulle donne, la Provincia risponde potenziando i Centri antiviolenza che operano nel territorio provinciale e con un progetto in cantiere per sensibilizzare sul tema i giovani nelle scuole.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>