Sferisterio, il territorio per il territorio

Oltre alle quattro nuove produzioni – Nabucco, Il Trovatore, in onore al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, Sogni di una notte di mezza estate e Il piccolo spazzacamino, a consolidare l’attività di ricerca e sperimentazione, il Macerata Opera Festival 2013 si arricchisce con una serata dedicata ad una grande voce maceratese, Beniamino Gigli, forse il più grande tenore di tutti i tempi. Questa serata completa un cartellone di richiamo e qualità, capace di esprimere, sintetizzandole, tradizione e innovazione, conferendogli quel valore aggiunto di “identità”, di forte legame con il territorio.
È la 49ª Stagione lirica dello Sferisterio, che accende i riflettori sulla nostra Terra delle Armonie e la fa tornare, ancora una volta, prima attrice, protagonista indiscussa. Perché lo Sferisterio ha in sé la straordinaria capacità di identificare l’intero territorio, esportando la sua immagine migliore in Italia, in Europa e nel mondo. Contemporaneamente è l’esempio straordinario di come sia possibile coinvolgere la Comunità provinciale intorno ad un progetto di altissimo profilo artistico e culturale.
Lo Sferisterio è il territorio per il territorio. Rappresenta un’occasione preziosa di sviluppo, un volano per la cultura, il turismo e tutta l’economia, dalle tante maestranze impiegate nella Stagione agli operatori delle attività produttive, ricettive e turistiche.
Per questo la Provincia, nonostante il momento di grave difficoltà dovuto ai pesantissimi tagli decisi a livello nazionale, ha voluto convintamente confermare il suo sostegno.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>