Pescatori custodi della natura

La nuova stagione di pesca, al via dal 24 febbraio, mantiene fermo l’impegno della Provincia nella realizzazione delle opere di salvaguardia dei fiumi.
Non si tratta solo di interventi a tutela del territorio, ma anche della conservazione dell’ambiente naturale e, quindi, della sopravvivenza della fauna ittica.
Abbiamo tutti il dovere di proteggere i fiumi, ed i pescatori sono le prime sentinelle: vigili custodi della natura.
(Continua)

Per una memoria vigile

Il 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. “Un moto di odio e di furia sanguinaria, e un disegno annessionistico slavo, che prevalse innanzitutto nel Trattato di pace del 1947, e che assunse i sinistri contorni di una pulizia etnica”.
Sono parole del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ci invitano a riflettere.
Migliaia di persone e di oppositori al regime di Tito furono gettati nelle cavità carsiche, oltre trecentomila italiani fuggirono dall’Istria e dalla Dalmazia e furono accolti in campi profughi: una vera migrazione biblica, dove si incontrarono e si intrecciarono popoli, culture e sensibilità.
(Continua)

I successi di Unicam prestigio per il territorio

Il successo ottenuto a livello internazionale dall’Università di Camerino per la realizzazione di un nuovo vaccino antitumorale dà prestigio a tutto il territorio. È un eccezionale riconoscimento per l’intera comunità e ne siamo orgogliosi.
(Continua)

Per una memoria vigile

Ventisette gennaio. Il Giorno della Memoria non deve essere solo un evento commemorativo, ma anche e soprattutto un momento culturale e didattico che valga da insegnamento per le nuove generazioni, perché mai più si ripeta che l’Italia, in aperta contraddizione con le sue tradizioni di libertà e di umanità, si trasformi, come è successo dal 1938 al 1945, in uno Stato persecutore. Persecutore di quei suoi stessi figli che, coraggiosamente e lealmente, avevano versato il sangue sia nelle guerre d’Indipendenza sia nel primo conflitto mondiale.
(Continua)

Celebrazione della XLVI giornata mondiale della pace

In occasione della celebrazione della XLVI giornata mondiale della pace, il 1 gennaio, il presidente Antonio Pettinari ha voluto fare propria l’esortazione del Papa indirizzando a tutta la comunità provinciale il seguente messaggio:

“Ogni nuovo anno porta con sé l’attesa di un’esistenza migliore. È l’auspicio che ci accompagna insieme alla speranza che ci sorregge. (Continua)

Auguri per le festività natalizie

“La nascita del Bambino Gesù che viene al mondo per mettersi a disposizione degli uomini, evento che per noi cristiani ha il senso dell’ineffabile, rappresenta un ottimo punto di partenza per fare una considerazione serena ed ottimistica sul nostro presente e sul nostro futuro. Abbiamo vissuto un anno particolarmente intenso, difficile, sottoposto a criticità gravi e, molto spesso, gigantesche. Non abbiamo perso la fiducia, abbiamo lottato, abbiamo cercato in ogni modo di essere all’altezza della situazione e delle aspettative che i cittadini ripongono in noi. Siamo ancora qui per espletare questo “servizio” e ben lieti di poterlo fare. Continueremo a lavorare perché la nostra comunità trovi nell’Amministrazione Provinciale un punto di riferimento ed un appoggio concreto per superare le tante difficoltà che ogni famiglia, quotidianamente, è costretta ad affrontare.
Il nostro pensiero va alle criticità che affliggono il mondo del lavoro e, di conseguenza, provocano incertezze, paura e, spesso, povertà.
Ma il nostro pensiero oltrepassa anche i confini locali per esprimere solidarietà alle tante popolazioni sottoposte a crudeltà, private dei diritti fondamentali, costrette all’inopia dalla fatalità e dall’egoismo dei più ricchi.
Vorrei dire a tutti che lavoreremo per migliorare le condizioni della nostra comunità, soprattutto per i giovani che sono più esposti al rischio e alle crudezze di questo particolare momento.
Con questo auspicio giunga a tutti l’espressione dei miei più fervidi e cordiali auguri per un santo e sereno Natale nel segno dell’amore, della giustizia, della pace e della solidarietà unitamente ad un lieto 2013 all’altezza delle attese di ciascuno, che segni il recupero di un comportamento ispirato all’etica ed ai nostri valori tradizionali. Buon Natale!”

Antonio Pettinari

Augurio per l’inizio del nuovo anno scolastico

Nell’imminenza dell’inizio del nuovo anno scolastico, mi è gradito rivolgere a tutti gli studenti un saluto ed un augurio che, al tempo stesso, vuole essere anche una piccola riflessione sullo studio, nonché sull’impegno che deve essere profuso per ottenere i risultati migliori nella scuola così come nella vita.
Ogni qual volta si intraprende un lavoro è ovvio che si miri ad ottenere il massimo in punto di risultati e di benefici. Nel vostro caso, cari studenti, il lavoro è molto particolare, perché si chiama “studio” e, affinché sia proficuo, deve tener conto della sensibilità, della volontà, delle doti di ciascuno di voi che vorremmo, sempre, impiegate al meglio. (Continua)

Pasqua 2012

A nulla sarebbe servita la morte se ad essa non fosse seguita la Resurrezione.
La vera Pasqua è quella che si manifesta, rinnovata, ogni giorno dentro di noi e che riusciamo ad irraggiare a coloro che ci circondano.
Con questo animo e con questo spirito ti auguro, anche a nome dell’Amministrazione Provinciale, una Santa Pasqua
ed una ancor più auspicata e necessaria Resurrezione che coinvolga la spiritualità e la quotidianità del nostro impegnativo vivere quotidiano. (Continua)

8 Marzo. “Festa della Donna”, nella famiglia, nel lavoro, nella società’.

Se Rossella Urru potesse riabbracciare i suoi familiari proprio nella “Giornata internazionale della donna” sarebbe un bellissimo 8 marzo per tutti noi italiani e per le donne di tutto il mondo. La giovane cooperante sarda sequestrata in Africa può benissimo rappresentare in questa ricorrenza i tanti valori del mondo femminile, ad iniziare appunto da quelli della solidarietà e dell’amore verso gli altri. Sarebbe un bellissimo 8 marzo anche se tante donne potessero oggi trovare il lavoro che da tempo aspettano e se molte altre potessero rimuovere ogni preoccupazione connessa alla necessità di contemperare l’occupazione con i compiti che derivano dall’essere mamme. (Continua)

Emergenze neve e alluvione, il Governo non dimentichi !

Esattamente un anno fa in queste ore il territorio della provincia di Macerata era in piena emergenza per l’alluvione ed esattamente un mese fa iniziava una nuova emergenza per l’eccezionale nevicata che ha colpito molte regioni italiane, ma soprattutto tutte le Marche. A ricordare i tragici eventi alluvionali dei primi di marzo 2011 sono oggi solo coloro che ne portano ancora le “ferite” e che ancora si trovano a dover far fonte ai danni subiti. Il rischio è che anche la nevicata di febbraio sia destinata a cadere nel dimenticatoio. (Continua)