Addio al Cardinal Tonini. Il ricordo del presidente Pettinari

Un prezioso ricordo fatto di schiettezza, essenzialità, servizio.
In questa sintesi trovo riassunto il senso della vita e della testimonianza del Cardinale Ersilio Tonini. Molte le occasioni, pubbliche e private in cui ho avuto modo di intrattenermi con lui, anche nella mia parrocchia. Riusciva sempre a trasmettere il succo del suo pensiero senza perdersi in fronzoli. Tutta la sua vita, del resto, è stata segnata da questa etica del mettersi al servizio degli altri; aveva una passione per gli altri.
(Continua)

Sferisterio, il territorio per il territorio

Oltre alle quattro nuove produzioni – Nabucco, Il Trovatore, in onore al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, Sogni di una notte di mezza estate e Il piccolo spazzacamino, a consolidare l’attività di ricerca e sperimentazione, il Macerata Opera Festival 2013 si arricchisce con una serata dedicata ad una grande voce maceratese, Beniamino Gigli, forse il più grande tenore di tutti i tempi. Questa serata completa un cartellone di richiamo e qualità, capace di esprimere, sintetizzandole, tradizione e innovazione, conferendogli quel valore aggiunto di “identità”, di forte legame con il territorio.
(Continua)

Musica e poesia si fondono a Lunaria

Lunaria, nella piazza di Recanati l’11, il 18 e il 25 luglio, con ospiti del calibro di Irene Grandi e Giorgio Faletti, è l’ulteriore dimostrazione di ciò che la nostra terra, ricca di cultura, talenti e creatività, è capace di esprimere.
Un evento unico, che esce dalla routine dei concerti estivi grazie all’incontro inedito e originalissimo tra i protagonisti della musica e quelli della poesia, tanto da imporsi, nel giro di pochi anni, come una delle manifestazioni di punta dell’estate marchigiana.
Sulla scia di Musicultura, Lunaria sprigiona una potenza espressiva e un coinvolgimento tali da identificare, valorizzare e promuovere l’intero territorio: è la musica di tutti e per tutti che brilla, nella Città della Poesia per antonomasia, come il giallo intenso della Ginestra.

Musicultura emblema del territorio

Musicultura è un punto di riferimento nel panorama musicale e culturale italiano, un Festival che, intrecciando sapientemente musica e poesia, esalta la creatività, identificando una terra colta ed accogliente, fatta di idee, talenti, originalità, capacità di valorizzare le proprie eccellenze.
“Musicultura” non ha bisogno di altre presentazioni: è una risorsa, un punto di forza per la promozione dell’immagine del nostro territorio e di tutte le Marche.
(Continua)

Insieme per rimetterci in cammino

La ricorrenza della Repubblica, che oggi festeggiamo, si lega indissolubilmente alla Costituzione. La nostra Repubblica nasce dal primo atto di autodeterminazione del popolo italiano, rappresentato dal referendum istituzionale, quel 2 giugno 1946, quando gli italiani si espressero democraticamente, cambiando per sempre il volto dell’Italia.
Quella data segnò anche un altro importante traguardo: l’estensione del suffragio alle donne che, finalmente, entrarono a pieno titolo nella vita politica del nostro Paese.
(Continua)

Un punto di riferimento per la nostra terra

Luigi Gentilucci è stato un punto di riferimento per il suo territorio per due motivi semplici ma fondamentali: lo amava e, amandolo, lo difendeva e valorizzava. Migliore amministratore non potrebbe desiderare una Comunità che, per la posizione geografica, per le difficoltà oggettive congiunturali e per natura stessa, troppo spesso deve subire disattenzioni, quando non addirittura dimenticanze, da parte del resto del territorio e, a volte, dalle stesse Amministrazioni pubbliche.
(Continua)

Dignità e lavoro per il 25 Aprile

La nostra provincia ha avuto una grande parte nella Resistenza. Oggi siamo qui per ricordare i tanti maceratesi e non che, tra il 1943 e il 1944, trovarono la morte a Montalto di Cessapalombo, a Muccia, Camerino, Caldarola, Chigiano di San Severino, Frontale di Apiro, Braccano di Matelica ed altre località. Spesso furono uccisi anche inermi cittadini, uomini e donne, giovani ed anziani.
La lotta di Liberazione ebbe, accanto alle formazioni partigiane, una forte componente popolare rappresentata dalle tante sofferenze ed atrocità subite dalla  popolazione. E non vanno dimenticate le donne che hanno avuto un ruolo importante, e spesso fondamentale, nella Resistenza.
(Continua)

Lavoro: più sostegno ai giovani

La Giunta provinciale, nella consapevolezza delle attuali gravi difficoltà del mercato del lavoro, è intervenuta per rafforzare gli interventi messi in atto per favorire ogni possibile opportunità lavorativa, in particolare per i giovani.
Proprio per questo è stata approvata una delibera che incrementa gli stanziamenti, inizialmente definiti, per ampliare il numero dei beneficiari degli aiuti previsti per il sostegno alla costituzione di nuove imprese (il contributo massimo per ogni nuova impresa ammessa a finanziamento è di 25 mila euro); (Continua)

Più cura all’ambiente con Progetto Verde

La provincia di Macerata conserva e suggerisce, attraverso le sue colline, i suoi monti e le sue campagne, un invidiabile patrimonio di bellezza e di suggestione che affascina ogni viaggiatore, ogni turista ed ogni amante della natura.
(Continua)

Non solo mimose, soprattutto opportunità

Non solo mimose, soprattutto opportunità. Reali opportunità, rispetto ai difficili temi che toccano da vicino, quotidianamente, le donne.
È il mio augurio più vero, in questa Giornata dell’8 marzo, che rivolgo alle donne e che vuole tradursi in impegno.
Il ruolo della donna nella famiglia e nella società, da sempre indispensabile, oggi lo è ancora di più. Le donne lavorano, seguono i figli, portano avanti le famiglie, ci arricchiscono ogni giorno di freschezza, energia e passione.
Vanno sostenute le donne, a cominciare dalle Istituzioni.
(Continua)