IN PRIMO PIANO

La Regione Marche entra a far parte di Task Srl

E’ statRegione Marcheo formalizzato questa mattina un percorso avviato da tempo tra la Provincia e la Regione Marche per la cessione, da parte della prima, di una quota della TASK società a sostegno degli enti per realizzare ed offrire servizi a cittadini ed imprese.L’ingresso della Regione Marche nella società Task, più volte sollecitato dal territorio ed in particolare dall’Amministrazione Provinciale, è sicuramente importante per il ruolo di Centro Servizi Territoriale che la stessa riveste. (Continua)

Pasqua 2018 – Gli Auguri del Presidente Antonio Pettinari

Auguri di una serena e Santa Pasqua

Viabilità normalizzata sulla Gualdo – Sant’Angelo. Risanamento della frana effettuato in tempi rapidi

Sono stati ultimati nei giorni scorsi i lavori per il risanamento della frana al Km.0+500 della S.P. Gualdo – Penna S.Giovanni al Km.0+500 nel Comune di Gualdo (MC).
Le opere appaltate prevedevano la realizzazione di un muro in cemento armato fondato su pali lungo 32 metri, la successiva ricostruzione del corpo stradale, il rifacimento della zanella e la posa in opera di barriere di sicurezza. (Continua)

Al diciannovesimo anno lo scambio educativo tra Liceo francese “Jean-François Millet” e l’Istituto superiore Gentili di San Ginesio

Si sta svolgendo in questi giorni la prima fase dello scambio educativo organizzato dall’Istituto d’Istruzione Superiore Alberico Gentili di San Ginesio con il Liceo francese “Jean-François Millet” di Cherbourg-en Cotentin in Normandia. (Continua)

Il Tema del mese

Province. Basta mortificazioni

Molte le reazioni provocate dalle notizie comparse su alcuni organi di stampa secondo cui l’attuazione della Riforma Delrio comporterebbe oltre ventimila esuberi da ricollocare fra il personale delle Province. Fra queste, una delle più indignate è quella di Alessandro Pastacci, presidente nazionale dell’Upi. “Condivido pienamente la sua indignazione - dichiara Pettinari - ; è assurdo ed inopportuno l’annuncio di migliaia di esuberi e di spostamenti e trasferimenti senza avere ancora definito le nuove competenze delle Province, né tanto meno i criteri in base ai quali individuare le risorse umane, finanziarie e strumentali da trasferire”. (Continua)