IN PRIMO PIANO

ITA di Macerata: previsto il completamento dei lavori per fine anno

L'intervento è l'ultimo dei tre lotti per la messa in sicurezza ed il miglioramento sismico di tutto l'edificio (Continua)

Ponte di Piediripa: con ampio anticipo verra’ restituito agli utenti della strada

Procedono spediti, nel più ampio rispetto del cronoprogramma,  i lavori di messa in sicurezza del ponte di Piediripa. L’opera verrà infatti conclusa, salvo imprevisti, in 24 giorni rispetto ai 70 del contratto. Completata l’asfaltatura si procederà immediatamente con la posa in opera dei nuovi giunti. Si conferma, pertanto, in tempi record l’ultimazione dei lavori per l’11 di agosto prossimo.

Ultimi ritocchi per il ponte sul lago di Fiastra

In via di completamento i lavori su una struttura strategica per la viabilità di un’ampia zona montana.

Sopralluogo del Presidente Pettinari insieme al Vice Sindaco di Fiastra Sauro Scaficchia per valutare gli ultimi dettagli riguardanti i lavori di sistemazione e ammodernamento del ponte sul lago di Fiastra.

La messa in sicurezza dell’imponente struttura anche a seguito del terremoto garantisce un fondamentale collegamento per la viabilità dell’intero comprensorio.

Un’opera importante di circa 800.000,00 euro che consente pure l’attraversamento pedonale particolarmente utilizzato in questo periodo anche dei numerosissimi turisti presenti nella zona.

 

Lavori di allargamento del ponte sulla SP Cingolana

Proseguono secondo i programmi i lavori di allargamento del ponte sulla SP Cingolana in località Grottaccia.
Ieri nel corso del sopralluogo effettuato dal Presidente Pettinari con il Direttore dei Lavori Ing. Matteo Giaccaglia ed il Coordinatore per la sicurezza Ing, Roberto Baldassarri si è fatto il punto dello stato dei lavori che secondo quanto annunciato dovrebbero terminare primadi ferragosto.
La Ditta LE.MAN srl di Apiro, esecutrice di tali opere nella stessa giornata ha concluso di i lavori di getto del nuovo impalcato.

Il Tema del mese

Province. Basta mortificazioni

Molte le reazioni provocate dalle notizie comparse su alcuni organi di stampa secondo cui l’attuazione della Riforma Delrio comporterebbe oltre ventimila esuberi da ricollocare fra il personale delle Province. Fra queste, una delle più indignate è quella di Alessandro Pastacci, presidente nazionale dell’Upi. “Condivido pienamente la sua indignazione - dichiara Pettinari - ; è assurdo ed inopportuno l’annuncio di migliaia di esuberi e di spostamenti e trasferimenti senza avere ancora definito le nuove competenze delle Province, né tanto meno i criteri in base ai quali individuare le risorse umane, finanziarie e strumentali da trasferire”. (Continua)