IN PRIMO PIANO

Sono stati ultimati i lavori sulla Montecanepino

Proseguono incessanti gli interventi della Provincia sulle strade di propria competenza. Tutti i lavori inseriti nel Piano delle opere pubbliche da compiere entro il 2018 si stanno via via completando con soddisfazione del Presidente Pettinari che, nonostante le sempre risicabili risorse finanziarie e con un attento utilizzo delle economie sta realizzando con costanza opere di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla rete viaria. (Continua)

Ponte dell’Annunziata – Riaperto il vecchio: a breve il ritorno alla normalità

Il ponte dell’Annunziata che collega Montecosaro alla frazione Casette d’Ete di Sant’Elpidio a Mare sarà di nuovo transitabile in entrambe le corsie da giovedì prossimo. (Continua)

Una stretta di mano tra il Presidente Pettinari e l’ex direttore artistico Francesco Micheli

Incontro confidenziale questa mattina in Provincia tra il Presidente Pettinari e Francesco Micheli ex direttore artistico dell’Associazione Sferisterio.

Francesco Micheli, a Macerata per lo spettacolo che lo vede questa sera impegnato allo Sferisterio con Elio delle Storie Tese, ha parlato con il Presidente dei tanti problemi del territorio e della lenta ripresa post terremoto. (Continua)

Iniziati i lavori sulla Cimarella

L’intervento comporta una spesa di 100.000 euro.

Sono iniziati i lavori sulla Provinciale Cimarella nel Comune di Montecassiano. La manutenzione si risolverà in meno di una settimana; il rifacimento dei tappeniti iniziato nella giornata di ieri dovrebbero ultimarsi entro giovedi prossimo. (Continua)

Il Tema del mese

Province. Basta mortificazioni

Molte le reazioni provocate dalle notizie comparse su alcuni organi di stampa secondo cui l’attuazione della Riforma Delrio comporterebbe oltre ventimila esuberi da ricollocare fra il personale delle Province. Fra queste, una delle più indignate è quella di Alessandro Pastacci, presidente nazionale dell’Upi. “Condivido pienamente la sua indignazione - dichiara Pettinari - ; è assurdo ed inopportuno l’annuncio di migliaia di esuberi e di spostamenti e trasferimenti senza avere ancora definito le nuove competenze delle Province, né tanto meno i criteri in base ai quali individuare le risorse umane, finanziarie e strumentali da trasferire”. (Continua)